Creser: ventuno mesi di percorso comune

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Il CRESER si riconosce nel documento della Rete di Economia Solidale italiana “Le colonne dell’Economia Solidale” e i suoi componenti sono interessati a promuovere e sviluppare un modello di economia del territorio nella quale si coniugano valori come la Relazione e il Benessere a fianco della salvaguardia dell’Ambiente.

E’ nell’ambito del Coordinamento Regionale per l’Economia Solidale E-R che è stata inoltre elaborata la carta che rappresenta “Il pensiero dell’economia solidale in E-R”. Ogni mese associazioni e gruppi si incontrano, tessono relazioni sempre più intense, scoprono i benefici del fare rete, rafforzano le esperienze, le proposte, i percorsi di Economia solidale già presenti in Emilia Romagna.

A oggi nel CRESER sono attivi sette Gruppi di Lavoro che articolano proposte e richieste del territorio in tema di:

  • Beni Comuni (Energia, Acqua, Consumo del Suolo);
  • Reti di Economia Solidale;
  • Sovranità alimentare;
  • Finanza Etica Mutualistica e Solidale;
  • Abitare Solidale;
  • Gestione del post-terremoto (apportando il proprio contributo alle aree emiliane colpite dal sisma il 20 e 29 Maggio 2012);
  • Legge dell’Economia Solidale;
I Gruppi di Lavoro hanno incontrato, nei tavoli istituzionali, i Consiglieri e responsabili tecnici e amministrativi regionali, approfondendo insieme la complessità dei temi trattati. E’ qui che si è generata l’opportunità per il confronto e la comprensione degli aspetti salienti su cui si basa l’Economia Solidale in Emilia Romagna.
“Il Pensiero dell’Economia Solidale in Emilia Romagna” rappresenta il documento in cui il CRESER si riassume e nel quale emergono le schede elaborate dai vari gruppi di lavoro sui temi di volta in volta trattati, ed i cui contenuti, dopo essere stati condivisi in assemblea, sono oggi disponibili on-line.

Il CRESER inoltre promuove la nascita di nuove realtà per dare vita a distretti locali che insieme possano ricomporre un sistema economico solidale.