COMUNICATO STAMPA: EMILIA ROMAGNA. L’ECONOMIA SOLIDALE SI FA LEGGE

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

EMILIA ROMAGNA. L’ECONOMIA SOLIDALE SI FA LEGGE

Non fare da soli tutto quello che è possibile fare insieme è questa l’essenza del nuovo Progetto di legge regionale “Norme per la promozione e il sostegno dell’economia solidale” impulsato dal CRESER

 

Bologna, 23 luglio 2014 – Con il voto di ieri mattina l’Assemblea regionale dell’Emilia Romagna ha dato il via libera a una tra le prime leggi italiane che normano il vasto settore dell’economia solidale. Un arcipelago di organizzazioni, piccoli produttori, consumatori consapevoli, aziende sostenibili che formano l’asse portante di un’economia ecologica e solidale.

La proposta, non esaustiva nei temi, indica Principi e Valori di riferimento: delinea il potenziale di uno sviluppo esteso quanto intenso dell’Economia Solidale.

Oltre alla novità assoluta della sua elaborazione “dal basso”, partecipata e condivisa nei territori e nelle reti dell'economia solidale, grazie al coinvolgimento attivo delle varie associazioni rappresentate nel CRESER, nel “Progetto di Legge regionale” è rilevante l'assenza di richiesta di finanziamenti esclusivi.

L’obiettivo ben più ambizioso è quello di sollecitare l’Economia solidale ad esplicitare la propria progettualità innovativa attraverso strumenti istituzionali di supporto per la propria migliore gestione: un FORUM regionale nel quale confrontarsi supportato da un Tavolo Permanente composto da membri della Regione e da membri dell’Economia Solidale; un Osservatorio per monitorare i progetti attivi sulla base di indicatori qualitativi come il BES, Benessere Equo e Sostenibile, elaborato da ISTAT e CNEL.

Il progetto di legge regionale “Norme per la promozione e il sostegno dell’economia solidale”, già approvato in Commissione Politiche Economiche il 12 Giugno scorso, è stato discusso ed ulteriormente anche in aula consigliare il 22 Luglio 2014.

Secondo il Coordinamento Regionale per l’Economia Solidale E-R “questo risultato è un esempio concreto di come si può produrre innovazione e qualità nelle procedure e nei contenuti di Istituzioni e Amministrazioni se ci si orienta a non fare da soli ciò che è possibile fare insieme”.

 

Per il Coordinamento Regionale per l’Economia Solidale E-R e per maggiori informazioni scrivere a creser@mail.com.

 

 

Qui puoi leggere tutto il comunicato stampa